foto prof. Angrisani Massimo tel. +39 06 4976 6506     fax +39 06 4976 6765     piano 1   stanza 112

massimo.angrisani@uniroma1.it

Link al mio sito web

Settore Scientifico Disciplinare:   SECS-S/06

scarica documento formato pdf Curriculum

Interessi scientifici e linee di ricerca attuali

scarica documento formato pdf Pubblicazioni

Informazioni sulla didattica (Sito Facoltà)

Angrisani Massimo    (professore ordinario)

Professore Ordinario dal 1986. Titolare dei corsi di Matematica finanziaria e Tecnica attuariale per la previdenza, Facoltà di Economia, Università di Roma “La Sapienza”.

Interessi scientifici e linee di ricerca attuali

L’attività di ricerca in ambito previdenziale si concentra, da diversi anni, sulla questione della sostenibilità finanziaria dei sistemi pensionistici, sia con riferimento alla previdenza dei liberi professionisti sia con riferimento alla previdenza dei lavoratori dipendenti.
Si rivolge l’attenzione, in particolare, agli aspetti demografici, nonché patrimoniali e reddituali, dei sistemi pensionistici in condizioni di non-Steady State.
Il riferimento alle ipotesi di Steady State che domina, ancora oggi, la ricerca in materia di pensioni e ha determinato una legislazione di settore che ha ignorato la componente demografica, nonché la necessità dell’utilizzo di adeguate riserve patrimoniali, per la gestione di un sistema pensionistico.
Il fine della ricerca è quello di trovare e promuovere, anche in un contesto internazionale, soluzioni in grado di assicurare una sostenibilità in chiave logica ai sistemi pensionistici, svincolando la stessa dagli aspetti previsionali. Tale tipo di approccio al problema della sostenibilità risulta di assoluta novità nell’ambito della ricerca scientifica nel settore sia a livello nazionale che internazionale.
Il lavoro che costituisce la premessa degli studi sulla sostenibilità è rappresentato dall’articolo Funded and unfunded systems: two ends of the same stick, presentato al 28th Intenational Congress of Actuaries (ICA 2006, Parigi), ha ufficialmente ricevuto, unico tra tutti i lavori in ambito di sostenibilità, vivo apprezzamento in materia di originalità da parte del vice-presidente del Congresso, nonché ex Presidente dell’Associazione Internazionale degli Attuari, Jean Berthon.
L’attività di ricerca è proseguita, successivamente, con la produzione nel 2008 del lavoro sulla sostenibilità logica dei sistemi pensionistici The logical sustainability of the pension system, pubblicato sulla rivista Pure Mathematics and Applications.
Nel 2011 sono stati prodotti due lavori in materia di sostenibilità. Il primo A Necessary Sustainability Condition for Partially Funded Pension Systems, presentato al 12th Management International Conference (MIC 2011, Portorož, Slovenia, 23-26 novembre 2011), ha ricevuto il riconoscimento, tra tutti i lavori, di Best Papers. Il secondo An extension of Aaron's sustainable rate of return to partially funded pension system, sarà pubblicato sul Vol. 4, No. 3, 2012, dell'International Journal of Sustainable Economy (IJSE).
Gli ultimi lavori riguardano, rispettivamente, il problema della sostenibilità logica del sistema pensionistico svedese e il problema della sostenibilità in situazioni demografiche caratterizzate dal cosiddetto “effetto onda”, effetto che interessa sia il nostro Paese sia numerose Casse professionali. Entrambi sono stati accettati e verranno presentati, rispettivamente, alla Conferenza internazionale International Actuarial Association (Hong Kong, 6-9 maggio 2012), ed alla Conferenza Mathematical and Statistical Methods for Actuarial Sciences and Finance (Venezia, 10-12 aprile 2012).
Nell’ambito di tali linee di ricerca è in fase di predisposizione lo studio da presentare al 30th International Congress of Actuaries (Washington DC 30 marzo- 4 aprile 2014).